Pubblicato il 4 commenti

Orientarsi nel portale della Biblioteca dei Libri Perduti

Old_book_bindings
Foto di Tom Murphy VII

Inaugurando il sito, vi abbiamo presentato in un post molto sentito e corale, a grandi linee, le attività che intraprenderemo come associazione.

Oggi vorremmo spiegare meglio come orientarsi nel nostro sito.

Come si vede, in home page ci sono tre finestrelle tonde.

Libri Perduti, la prima, si apre sul panorama delle nostre pubblicazioni, quelle che stiamo preparando per voi: sia in formato cartaceo – la carta è e rimane sempre il nostro medium di comunicazione prediletto – sia in digitale. Sarà anche possibile acquistarli direttamente dal nostro sito.

Libri Sognati è la sezione in cui si trovano i post della redazione: un blog in cui si vogliono raccogliere articoli che ineriscono i libri in cui incappiamo, quelli che esistono e non si trovano più in giro, quelli che vorremmo rivedere pubblicati e quelli che sono in fieri. A questo scopo, vorremmo organizzare alcuni corsi di cui vi parleremo più diffusamente nei prossimi giorni, nei quali trovare da persone appassionate come voi materiale scritto, pubblicabile in varie forme: su questa piattaforma, in ebook, in cartaceo…

Infine, Libri Ritrovati è la sezione di e-commerce del sito, in cui potrete acquistare alcuni volumi i cui introiti sono necessari al sostentamento della casa editrice. Non c’è ovviamente scopo di lucro in tale attività: il denaro ricavato sarà devoluto interamente all’attività dell’associazione.

Buona navigazione!

4 pensieri su “Orientarsi nel portale della Biblioteca dei Libri Perduti

  1. A mio avviso l’indice va messo quasi sempre all’inizio. Così il lettore viene attirato subito dal contenuto.
    Piero Gargiulo, firenze, conseratorio “Cherubini”

    1. Buongiorno Piero, di quale indice stiamo parlando? Un saluto,
      La Redazione

  2. La vostra iniziativa sembra un’opportunità ben orientata che a mio personalissimo parere poggia su buone ed interessanti basi, se effettivamente dovrà dipendere anche solo in parte dalla risposta di collaboratori e ‘contribuenti la causa’ esterni, a loro volta supposti essere lavoratori dipendenti della propria stessa passione o hobby, nella fattispecie per tutto quanto passi per l’acquisizione di informazioni piuttosto che la più semplice divulgazione delle stesse, delle proprie idee o delle proprie ‘creazioni’, secondo i parametri espressivi evidentemente più consoni e congeniali al talento di ogni possibile ‘azionista’ culturale che vi si possa avvicinare. Con la dovuta curiosità per un’iniziativa del genere non mi resterà che seguire l’attività di cui vi occupate eventualmente disponibile a dare il mio modestissimo contributo magari con estratti della bozza del mio primo libro, che all’occorrenza trovate con la più intuitiva ricerca – qui sopra ho approfittato dello spazio adibito alla comunicazione del proprio eventuale sito web riportando le tre semplici parole chiave. In bocca al lupo, fate un buon lavoro!

    1. Grazie per l’apprezzamento René, attendiamo certamente suggerimenti e consigli. Un caro saluto,
      La Redazione

Rispondi a Anna Castellari Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *