Pubblicato il 5 commenti

Viaggiatori smarriti tra i “libri perduti”. Un nuovo inizio

Venezia, Libreria Acqua Alta
Venezia, Libreria Acqua Alta

A chi, nell’ultimo anno, fosse capitato di aprire questo sito non sarà certo sfuggita la staticità dei suoi contenuti. Eppure, dietro quello stato di apparente immobilità qualcosa si muoveva. Non nel mondo virtuale di Internet, ma in quello reale.

Abbiamo preso una pausa di riflessione per guardarci alle spalle e mettere in discussione il percorso che avevamo intrapreso. Non perché, a distanza di tempo, avessimo perso di vista la meta originaria che ci eravamo proposti di raggiungere. Anzi, proprio per meglio focalizzare il nostro punto d’arrivo.

Durante questo “periodo sabbatico” abbiamo avuto anche modo di rincontrare alcuni amici, viaggiatori smarriti tra i “libri perduti”, e di dialogare con loro. Quella che ne è sorta è la decisione di unire i nostri cammini per raggiungere la meta comune: costituire una piattaforma culturale che preservi, recuperi e diffonda una “memoria collettiva” fatta di testi, italiani ed esteri, del nostro passato, o di nuova creazione.

L’obiettivo di fondo rimane quindi il medesimo. La sola differenza è che cercheremo di raggiungerlo attraverso percorsi convergenti: redazione e recupero di testi dimenticati, corsi rivolti alla scrittura memorialistica e autobiografica. Ma non solo.

Scopriremo tutte le novità nelle prossime settimane, quando finalmente il sito riprenderà a funzionare a pieno ritmo, pubblicando articoli e interventi inerenti al mondo dell’editoria.

Potremmo parlare di rifondazione, ma vogliamo pensare che l’Associazione culturale “La Biblioteca dei Libri Perduti” fosse, invece, il progetto originario che finalmente trova la luce.

Ripartiamo da qui. Da questo sito che vuole essere un punto d’incontro e di dialogo per chiunque abbia voglia di condividere il proprio amore per la lettura e la scrittura.

Anna Castellari, Alfonso Cucinelli, Gabriele Ferrero, Giulio Gasperini, Lucia Valcepina

5 pensieri su “Viaggiatori smarriti tra i “libri perduti”. Un nuovo inizio

  1. Che meraviglioso viaggio avete intrapreso. Bravissimi! Speriamo di potervi seguire. In bocca al lupo!

    1. Grazie carissima Paola, ti aspettiamo con iniziative e buoni auspici!

  2. E’ un progetto bellissimo, che mi sento di condividere con persone che praticano lettura e la scrittura per mestiere, ma soprattutto la amano. Vi seguirò e mi piacerebbe sapere se e come è possibile contribuire.

    1. Cara Luisa, grazie per l’attenzione che ci dedichi! Nelle prossime settimane cominceremo a dirvi con più precisione le nostre iniziative, avrai certamente modo di trovare uno spazio per contribuire a seconda dei tuoi interessi e delle tue competenze. Un saluto!
      La Redazione

  3. Da 40 anni raccogliamo gli “introvabili” in particolare giornali sia su microfilms 35 mm (Gazzetta del Popolo dal 1848 al 1983) che come immagini digitali (Leggi & Decreti dal 1900 su carta, GU della Repubblica Italiana dal 1946 al 2010 immagini e indice, Corriere Artigiano dal 1956 al 2012 su DVD in digitale a colori “sfogliabile” con la ricerca per parole ecc. e da ultimo http://www.lastampa-it/archivio n° 1.761.000 pagine A2 dal microfilm ad pagine immagine in testo integrale di cui n° 5.200.000 articoli selezionati, il cui testo è scaricabile (solo dai redattori) nella corretta sequenza di lettura anche se pubblicato originariamente su pagine diverse. La base informativa è indicizzata per “concetti” con un motore di analisi semantica per facilitare la ricerca ad un utente di qualsiasi età e livello culturale.
    Siamo in grado di digitalizzare pagine di libri in formato massimo A3 e fogli singoli di larghezza 1mt e lunghezza 23 mt in B/n ed a colori.
    Possiamo essere utili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *